Don’t be in a hurry, slow down…

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

How strange life can be, certain encounters can change or even overturn someone’s existence… Sometimes it’s when you’re not looking for anything that the fate reserves you the most beautiful surprises.

Has it ever happened to you to fall in love with a sunset, a country or someone? It happens that for a series of strange coincidences you come into contact with people from the most disparate parts of the world. Friendships and loves start… It was one of these meetings that made me want to explore Australia, buy a plane ticket and spend a month in one of the most dreamed places in the world.

I started from Melbourne, one of the most important cities of the country. I visited the metropolis far and wide, exchanging smiles and meeting people. I believe that making new friends in a foreign country is the only way to understand the roots, evolution and history of a nation.

The average traveler concentrates as many visits as possible in the shortest time. But, what if I told you that there is no worse choice that you can make? That the best way to discover a culture, a people, is to slow down? It probably takes a while to understand it, but respecting someone else’s pace, adapting to his times and his needs is the secret to being able to truly understand him, to fully appreciate him.

Falling in love with a country is like falling in love with a person. It takes time to know and love each other, but patience and persistence reward the most tenacious; eventually something between the two will be born.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Non andare di fretta, rallenta…

Ciao a tutti!

A volte penso quanto sia strana la vita, a quanto certi incontri possano cambiare o addirittura stravolgere la propria esistenza… Talvolta è proprio quando non stai cercando nulla che il destino ti riserva le sorprese più belle. 

Non vi è mai capitato di innamorarvi di un tramonto, di una paese o di qualcuno? Capita che per una serie di strane coincidenze si entri in contatto con persone provenienti dalle parti più disparate del mondo. Si instaurano conoscenze, amicizie, amori… É stato proprio uno di questi incontri a farmi venire voglia di esplorare l’Australia, di prendere un biglietto aereo e fermarmi un mese in una delle località più sognate al mondo.

Ho cominciato da Melbourne, una delle città più importanti di tutto il paese. Ho visitato la metropoli in lungo e in largo, scambiando sorrisi e conoscendo persone. Credo che quello di stringere legami con la gente sia l’unico modo per comprenderne le radici, l’evoluzione, la storia.

Il viaggiatore medio cerca di concentrare il maggior numero di visite nel minor tempo possibile. Se vi dicessi invece che non c’è peggior scelta che si possa fare? Che il miglior modo per scoprire una cultura, un popolo, è quello di rallentare? Ci vuole probabilmente un po’ per capirlo, ma rispettare il ritmo dell’altro, adattarsi ai suoi tempi e alle sue esigenze è il segreto per poterlo capire veramente, apprezzarlo fino in fondo. 

Innamorarsi di un paese è come innamorarsi di una persona. Serve tempo per conoscere l’altro e comprendersi fino in fondo, ma la pazienza e la persistenza premiano i più tenaci, qualcosa tra i due nascerà.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!


Don’t be scared… AUSTRALIA

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

“One of the greatest discoveries a man makes, one of his great surprises, is to find he can do what he was afraid he couldn’t do.” Henry Ford

Today I wanna start the blog with this quote. How many times have you found yourself in a difficult situation, a moment when you feel confused and you don’t know if you’re doing the right thing, the right choice… If there’s something I’ve learned in recent years is that important decisions must be taken after you took in consideration every impact that choice can have on your life. Every act has its consequences, positive and negative, but once you’re sure that you’re doing the right thing for yourself why should you hold yourself back? There’s nothing impossible to achieve, even if it is normal to be afraid of future… As I always say, the most important thing is to never give up, sooner or later results will come.

This I think is the spirit of Australia, a country where nature can be harsh but where people simply don’t care and make the most from what they have. This nation was made first from its original inhabitants, the aboriginals, then from the convicts brought from UK and finally from thousands of dreamers, people who left their lands in poverty and fighting for what they believed in they got a home, a place to stay… 

Melbourne was one of the first cities to be founded in Australia, it dates back in 1835. At that time the land was occupied by local people, later replaced by European settlers. It was from 1850s to 1860s that this town grew and enriched to the point of being called “The Marvellous Melbourne”. Nowadays this 4 million people metropolis is still one of the most liveable cities in the world and offers great living standards to its citizens; a real paradise for those who are lucky enough to live there.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Ciao a tutti!

“Una delle più grandi scoperte che un uomo può fare, una delle sue più grandi sorprese, è scoprire che può fare ciò che aveva paura di non poter fare”. Henry Ford

Oggi voglio iniziare il blog con questa citazione. Quante volte ti sei trovato in una situazione difficile, un momento in cui ti senti confuso e non sai se stai facendo la cosa giusta, la scelta giusta… Se c’è qualcosa che ho imparato negli ultimi anni è che le decisioni importanti devono essere prese dopo un’attenta considerazione sugli impatti che la nostra scelta può avere sulla propria vita. Ogni atto ha le sue conseguenze, positive e negative, ma una volta che sei sicuro di fare la cosa giusta per te stesso, perché dovresti trattenerti? Non c’è nulla di impossibile da raggiungere, anche se è normale essere spaventati dal futuro… Come dico sempre, la cosa più importante è non mollare mai, prima o poi i risultati arriveranno.

Questo penso sia lo spirito dell’Australia, un paese in cui la natura può essere dura, ma dove le persone semplicemente non si preoccupano e sfruttano al meglio ciò che hanno. Questa nazione è stata creata prima dai suoi abitanti originari, gli aborigeni, poi dai detenuti portati dal Regno Unito e infine da migliaia di sognatori, persone che hanno lasciato le loro terre in povertà e combattendo per quello in cui credevano hanno ottenuto una casa, un posto dove stare…

Melbourne fu una delle prime città ad essere fondata in Australia, risale al lontano 1835. A quel tempo la terra era occupata dalle popolazioni locali, in seguito sostituite da coloni europei. Fu dal 1850 al 1860 che questa città crebbe e si arricchì al punto da essere chiamata “La Meravigliosa Melbourne”. Al giorno d’oggi questa metropoli da 4 milioni di persone è ancora una delle città più vivibili al mondo e offre un ottimo standard di vita ai suoi cittadini; un vero paradiso per coloro che hanno la fortuna di viverci.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!


MELBOURNE: One of the most liveable cities in the world

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

The Australian journey starts here, from Melbourne.

Before jumping into this adventure I didn’t make any particularly research on the city, I didn’t schedule a precise plan because I knew I would have spent a lot of time there. I wanted to give myself the opportunity to live like a local person. In hindsight, I must say that it has been a good choice, it was certainly the best way to approach a country and a different culture that I wanted to know through the daily life of the locals.

I started by exploring the parks, one of the most effective methods to observe the local people and identify yourself in their lives. The smiling faces, the chats on the grass, the chill out atmosphere at the barbecues scattered here and there… all these things helped me to understand why the Australian lifestyle is so envied around the world.

The beauty of public spaces is also well preserved, it seems like everyone in Melbourne wants to enjoy these places during the free days. Australians love to live in the open air, and how to blame them when, instead of the pigeons that crowd our cities, you see flocks of elegant cockatoos passing over your head?

Years ago Japan stole a piece of my heart for its mysterious culture, but now I can say that with no doubt Australia took the rest…

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

MELBOURNE: Una delle città più vivibili al mondo…

Ciao a tutti!

Il viaggio in Australia comincia da qui, da Melbourne. 

Prima di buttarmi in questa avventura non mi ero particolarmente documentato sulla città, non mi ero preparato un piano preciso perché sapevo che ci avrei passato parecchio tempo. Volevo concedermi l’occasione di vivere come una persona del luogo. Col senno di poi devo dire che è una scelta azzeccata, è stato senz’altro il modo migliore per approcciarmi ad un paese e ad una cultura diversa che volevo conoscere attraverso la quotidianità della gente del posto.

Ho cominciato esplorando i parchi, uno dei metodi più efficaci per osservare le persone del luogo ed immedesimarsi nelle loro vite. I volti spensierati, le chiacchierate sui prati, le grigliate tra i numerosi barbecue sparsi qua e là… tutte queste cose mi hanno aiutato a capire il perché lo stile di vita degli australiani sia così invidiato in tutto il mondo. 

La bellezza e la cura degli spazi pubblici non sono poi da meno, sembra che chiunque a Melbourne abbia voglia di godersi questi luoghi durante le giornate libere. Gli australiani adorano vivere all’aria aperta, d’altronde come dargli torto quando al posto dei piccioni che affollano le nostre città ti vedi passare sopra la testa stormi di elegantissimi cacatua?

Anni fa il Giappone mi ha rubato un pezzo di cuore per la sua cultura così diversa e misteriosa, ma ora posso dire che senza dubbio l’Australia si sia preso il resto…

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!


Let’s discover a new country… AUSTRALIA

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

After a long break I’m finally back to the blog, ready to tell you one of my best travel ever. Let’s discover together Australia, a country that I had the occasion to explore thanks to a number of wonderful accidents…

Arriving and then visiting this new part of the world was an extraordinary experience. Indeed, it took me several days to realise where I was; a land completely different from everything I was used to.

That’s how I start telling you my Australian adventure. Colourful cities, steep cliffs, lush forests, dreamy beaches… in this continent nothing is missing; it’s a place that have to see in person if you really want to understand what I’m talking about.

In the next weeks I’ll tell you more about this incredible travel, I’m curious to know if, like me, you’ll be enchanted by Australia’s beauty.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Ciao a tutti!

Dopo un mese di assenza torno sul blog a parlarvi di uno dei più bei viaggi che abbia mai fatto. Scopriamo insieme l’Australia, un paese che mai avrei pensato di visitare ma che per una serie di fortunate coincidenze mi sono ritrovato ad esplorare…

L’impatto con questa terra è stato fin da subito molto forte. Ci sono voluti giorni per capire dove fossi finito; un luogo completamente diverso da tutto ciò a cui ero abituato.

É così che comincio a raccontarvi la mia avventura australiana. Colorate città, ripide scogliere, foreste lussureggianti, spiagge da sogno… nulla manca a questo continente; un posto che va visto con i propri occhi se lo si vuole apprezzare veramente.

Nelle prossime settimane vi parlerò di questo incredibile viaggio, vedremo se anche voi come me, rimarrete incantati dalla meravigliosa Australia.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!


Back to the BLOG

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

I know, I disappeared for a couple of weeks, but let me explain…

This last month has been one of the busiest one of the year, I just came back from a 15 days trip and I’m preparing for the next one that will start in less then a couple of weeks…

I stopped writing in the blog for the simple reason I’ve been back in Italy to visit family and friends after a year and a half since my move. I guess you understand I did it cause wanted to dedicate them all my time. I missed the folks, I missed my hometown, I missed the good Italian food… Being there for two weeks made me revive sweet memories of a country I left behind. 

Last week I started posting pictures of Venice, one of my most beloved cities in the world and probably my favorite one… The next fifteen days will be dedicated to this romantic place, then you’ll see some new photos of Japan and finally we’ll discover together a new country.

Needless to say that I am super excited for the next destination, I waited for this moment for more than 6 months now…

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Si torna al BLOG…

Ciao a tutti!

Lo so, sono sparito per un paio di settimane, ma lasciatemi spiegare…

Quest’ultimo mese è stato uno dei più impegnativi dell’anno, sono appena tornato da un viaggio di 15 giorni e mi sto preparando per il prossimo che inizierà tra meno di un paio di settimane…

Ho smesso di scrivere nel blog per il semplice motivo di essere tornato in Italia a visitare familiari e amici dopo un anno e mezzo dal mio trasloco giapponese. Penso capiate bene che l’ho fatto per dedicargli tutto il mio tempo. Mi è mancata la famiglia, mi è mancato il mio paesino, mi è mancato il buon cibo italiano… ed essere lì per due settimane mi ha ricordato i bei momenti vissuti in un paese che mi sono lasciato alle spalle.

La scorsa settimana ho cominciato a postare alcune foto di Venezia, una delle città che più amo al mondo e probabilmente anche la mia preferita… I prossimi quindici giorni saranno dedicati a questa località dall’animo romantico, vedrete poi foto del Giappone e infine scopriremo assieme un nuovo paese.

Inutile dire quanto sia emozionato per la prossima destinazione, aspetto questo momento da più di sei mesi ormai…

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Make a change

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Change. How much does this word scare and excite us at the same time?

Our life is made of a non-stop sequence of actions that we repeat day after day. Equal to each other, these actions risk to make our lives monotonous, with no changes. But if we try to leave behind this comfort zone and focus all our energies in something we truly believe in?

Moving far from home, meeting new people, taking long journeys… every adventure brings surprises; and each of them a change. Whether it’s good or not, in both cases we would have grown as a person.

Living a life with no regrets, having the courage to say, to share what we think… this is something we all should do. That’s what I like to think…

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Ciao a tutti!

Cambiamento. Quanto questa parola ci spaventa e ci emoziona allo stesso tempo?

La nostra vita si compone di un interminabile susseguirsi di azioni che ripetiamo giorno dopo giorno. Uguali l’uno all’altro, per colpa di questi gesti rischiamo di vivere un’esistenza monotona, priva di novità. Ma se provassimo a lasciare questa zona di comfort e ci giocassimo il tutto e per tutto in qualcosa in cui crediamo?

Trasferirsi lontano dal proprio luogo d’origine, incontrare nuove persone, affrontare un lungo viaggio…  ogni avventura porta delle sorprese; e ognuna di queste ad un cambiamento. Che sia bello o no, in entrambi i casi ci saremo arricchiti come persone.

Vivere una vita priva di rimpianti, avere il coraggio di dire, di comunicare quello che si pensa… è qualcosa che tutti dovremmo poter fare. É così che mi piace pensare… 

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Enjoy the moment


Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Kōyō, this is the word used here in Japan to call the autumnal foliage. Starting from mid October in the northernmost regions and going on till mid December in southernmost areas, red maples’ magic is one of the most evocative seasons of the year.

What just a few people know, however, is that in the Land of the Rising Sun this spectacle has the same meaning of the cherry blossoms: things’ impermanence. Talking about this, in Japanese vocabulary exists a word that expresses this sense of transience, the fading beauty; it’s “wabi sabi”.

According to the Japanese religious tradition the whole universe is in a non-stop changing condition and few are the moments to enjoy the so called “perfect beauty”.

This is the reason why, despite the unavoidable evolution into a modern society, even today Japanese people see the autumn as a good chance to give themselves a moment of pleasure, a way to keep in touch with nature.

Admiring the magic of autumnal leaves falling silently from trees is an experience you can’t miss…

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Vivi il momento…

Ciao a tutti!

Kōyō, questo è il termine che viene utilizzato qui in Giappone per indicare il foliage autunnale. A partire da metà ottobre nelle regioni settentrionali per arrivare a metà dicembre nelle zone più a sud, la magia degli aceri rossi è senza dubbio una delle stagioni più suggestive dell’anno.

Quello che in pochi sanno, tuttavia, è che nella Terra del Sol Levante questo spettacolo della natura assume lo stesso significato di quello della fioritura dei ciliegi: la transitorietà delle cose. A proposito di ciò, nel vocabolario giapponese esiste un vero e proprio termine per indicare questo senso di impermanenza, di bellezza che sfiorisce; è il “wabi sabi”.

Secondo la tradizione religiosa nipponica tutta la realtà è in continuo mutamento e pochi sono i momenti in cui ci si può godere della cosiddetta “bellezza perfetta”. 

È per questo motivo che nonostante l’inevitabile evoluzione verso una società moderna, ancora oggi i giapponesi vedono nella stagione autunnale un’occasione per concedersi un momento di piacere, un modo per entrare in contatto con la natura. 

Ammirare l’incanto delle foglie d’autunno che cadono silenziosamente dagli alberi è un’esperienza che non vi potete perdere…

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Autumn in Tokyo

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

It is well known that spring is one of the most beautiful seasons to visit Japan, cherry blossoms color the parks and the weather is pretty good… But have you ever took in consideration to move your vacation to autumn?

Famous among Japanese people is the so called KŌYŌ, the autumnal foliage. If you go around the Land of the Rising Sun during this period of the year you’ll be surprised by the variety of the colors that paint the hills. Red maples and yellow ginkgo are just a few examples of the countless plants that dye the landscapes.

4

If on one hand Japanese alps are one of the most evocative places to explore, on the other even big metropolis have something to offer. Over the centuries cities have built huge parks and traditional gardens to give everyone the possibility to enjoy this colourful period of the year. Even today these oasis of peace give people the chance to chill out and enjoy autumn colors.

In this week we’ll experience the interesting contrast between nature and ultramodern, something that characterise metropolis like Tokyo.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

7

Autunno a Tokyo…

Ciao a tutti!

Si sa che la stagione primaverile è una delle più belle per visitare il Giappone, i fiori di ciliegio colorano i parchi e il clima si fa favorevole… Ma avete mai preso in considerazione di spostare la vostra vacanza in autunno? 

Famoso tra i giapponesi è il cosiddetto KŌYŌ, il foliage autunnale. Girando per il paese del Sol Levante in questo periodo dell’anno vi sorprenderete per la varietà di colori che dipingono le colline. Aceri rossi e ginkgo gialli sono infatti solo alcune delle numerosissime piante che tingono i paesaggi.

5

Se da una parte la zona delle alpi è una tra le più suggestive da esplorare, dall’altra anche le grandi metropoli hanno qualcosa da offrire. Nei secoli le città si sono attrezzate di parchi sconfinati e giardini tradizionali per dare l’opportunità a tutti di godere di questo coloratissimo periodo dell’anno. Ancora oggi queste oasi di pace permettono alla comunità di gustarsi un momento di relax e assaporare i colori d’autunno.

In questa settimana vivremo l’interessante contrasto tra natura e ultramoderno che nelle metropoli come Tokyo convivono in uno stato di perfetta armonia.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

A new beginning

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

It’s time to bring some news to this blog!

Soon 2018 will end and with it its tourist season… Therefore it’s time to think about new projects! In the next 2 months, indeed, I’m leaving for a couple of long awaited travels. I’ll take a break from my beloved Japan, getting back only on next February. I’ll take some time to go back to my hometown and to breath some fresh air…

3-min

The first flight will take me to Italy. After a year and a half it will be nice to spend some weeks with the family. Get ready to see pictures of more familiar places in the next months; we will have the occasion to discuss together the pro and cons of living abroad.

1-min

In January I’ll dive in a new adventure. I’ll leave for a new destination, a country that makes many people feel curious and to which I’ve always be linked by family tales. I’ll fly far away to explore a new land, understand a different culture and spend some time with a few people I haven’t seen for a while… The destination is still a secret, it will be nice to surprise you with completely different landscapes.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

7-min

Un nuovo inizio…

Ciao a tutti!

É tempo di portare qualche novità qui sul blog!

Il 2018 sta per finire e con lui la sua stagione turistica… È dunque giunto il momento di pensare a nuovi progetti! Nell’arco di 2 mesi, infatti, mi aspettano un paio di viaggi piuttosto impegnativi. Staccherò per un po’ dal mio amato Giappone tornandoci in modo stabile soltanto dal prossimo febbraio. Mi prenderò del tempo per tornare ai miei luoghi d’origine e respirare aria nuova…

8-min

Il primo aereo che prenderò sarà alla volta dell’Italia. Dopo un anno e mezzo di assenza dal Bel Paese è ora di tornare in famiglia per qualche settimana. Nei prossimi mesi perciò aspettatevi di vedere foto di città un po’ più familiari; avremo modo di riflettere assieme sui pregi e i difetti della vita all’estero.

2-min

A gennaio poi sarà la volta di una nuova avventura. Si parte per una nuova destinazione, un paese che incuriosisce tanti e a cui sono da sempre un po’ legato per racconti di famiglia. Si vola lontano per scoprire una nuova terra, conoscere il suo popolo e approfondire alcune conoscenze… La meta è ancora segreta, sarà bello sorprendervi con dei paesaggi completamente nuovi.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Higashichaya

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Kanazawa is one of those destinations that make their mark. It’s not easy to find a place of equal elegance and refinement all over Japan; in my opinion not even Kyoto reaches these levels.

In recent history many Japanese cities have overlooked their traditional side to invest in the new, the ultramodern. However, if there is anyone who has found a balance between the two realities, well this is with no doubts Kanazawa!

3

Among the most characteristic districts of this capital there is certainly Higashichaya.

It’s since 1820 that here the ultimate experts of classical Japanese culture work; I’m talking about geisha. Even today, after almost 200 years, they entertain high-level customers with dances and musical performances keeping alive the traditions of this country.

The charm of the historic houses and the narrow streets of this neighborhood will steal a piece of your heart. You will dive into a world as fascinating as misunderstood, the side of Japan that everyone seeks once they arrive in this wonderful country.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

2

L’incantevole Higashichaya…

Ciao a tutti!

Kanazawa è una di quelle mete che lasciano il segno. In tutto il Giappone non è facile trovare un posto di pari eleganza e raffinatezza; a parer mio nemmeno la stessa Kyoto aggiunge tali livelli.

Nella storia recente molte città giapponesi hanno trascurato il loro lato tradizionale per investire nel nuovo, nell’ultramoderno. Se c’è qualcuno che però è riuscito a trovare un equilibrio tra le due realtà, beh questa è proprio Kanazawa!

4

Tra i distretti più caratteristici di questo capoluogo c’è sicuramente quello di Higashichaya, il “quartiere delle case da te dell’est”. 

È dal 1820 che qui lavorano le esperte per eccellenza di cultura classica giapponese: le geisha. Ancora oggi, dopo quasi 200 anni, intrattengono clienti di alto livello con danze ed esibizioni musicali mantenendo vive le tradizioni di questo paese. 

L’incanto delle case storiche e delle viuzze del quartiere vi ruberanno un pezzo di cuore. Sarete catapultati in un mondo tanto affascinante quanto incompreso, il lato del Giappone che tutti cercano una volta arrivati in questo meraviglioso paese.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!